Recovery Fund, Gualtieri: “Stiamo lavorando per fare presto e bene. Il calo del Pil non sarà a due cifre. Graduale ritorno alla normalità nel 2021”

dalla Redazione
Politica

L’Italia è stata ferita “dalla forza di questa pandemia, ma è nelle condizioni per guardare al futuro con fiducia. L’Europa questa volta è stata all’altezza della sfida. Abbiamo una chiara determinazione a utilizzare al meglio le risorse messe a disposizione dell’Europa e utilizzarle al meglio significa per noi non disperderli in mille rivoli e concentrarle”. E’ quanto ha detto il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, intervenendo al Forum Ambrosetti di Cernobbio. Il ministro, che ha stimato una caduta media attuale del Pil ben inferiore a quanto stimato da alcuni previsori e non a due cifre, si è detto convinto che, anche grazie ai passi avanti sul fronte vaccini, ci sarà un “graduale ritorno alla normalità nel 2021. Se non interverranno altri shock la situazione ritornerà normale”. Per quanto riguarda il Recovery Fund, Gualtieri ha aggiunto: “Stiamo lavorando per fare presto e bene. Non dobbiamo aspettare la scadenza di aprile, ma dal primo giorno in cui i regolamenti saranno pubblicati in Gazzetta ufficiale, e auspichiamo fortemente che avvenga a gennaio, spero che si possa partire formalmente con la presentazione ufficiale del progetto”.