Recovery Fund, il Consiglio Europeo accoglie la proposta di Conte. “Grandi progressi, impensabili fino a poche settimane fa”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Grandi progressi, impensabili fino a poche settimane fa, all’esito del Consiglio Europeo appena terminato. Un lungo percorso, avviato con la nostra iniziativa e con la lettera dei 9 Paesi Membri, oggi segna una tappa importante: i 27 Paesi riconoscono la necessità di introdurre uno strumento innovativo, da varare urgentemente, per proteggere le nostre economie e assicurare una ripresa europea che non lasci indietro nessuno, preservando, per questa via, il mercato unico” E’ quanto scrive su Facebook, e riferisce in un successivo video, il premier Giuseppe Conte al termine dell’Eurogruppo di oggi.

“La Commissione – aggiunge il presidente del Consiglio – lavorerà in questi giorni per presentare già il prossimo 6 maggio un Recovery Fund che dovrà essere di ampiezza adeguata e dovrà consentire soprattutto ai Paesi più colpiti di proteggere il proprio tessuto socio-economico.  L’Italia è in prima fila a chiedere il Recovery Fund. Uno strumento del genere era impensabile fino a adesso e renderà la risposta europea più solida e coordinata.  E’ stata segnata una tappa importante nella storia europea, i 27 paesi hanno accettato di introdurre uno strumento innovativo, il Recovery fund”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA