Recovery Plan, Conte: “Dobbiamo discutere nel merito, ne va della credibilità del Paese. Non ci possiamo permettere distrazioni. Tornerà in Parlamento per l’approvazione”

CONTE GUALTIERI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Al di là della discussione politica e delle polemiche, dobbiamo riprendere con la massima lena la discussione sul Recovery Plan. Si può discutere di tutto ma dobbiamo farlo nel merito e dobbiamo trovare una sintesi efficace, ne va della credibilità del Paese agli occhi dei nostri cittadini che stanno soffrendo, ne va della credibilità del Paese in Europa”. E’ quanto ha detto il premier Giuseppe Conte intervenendo alla inaugurazione del Data Center di Modena.

Il Recovery Plan, ha detto ancora il presidente del Consiglio, “dovrà essere un progetto nazionale, dovrà raccogliere tutte le istanze delle parti sociali, dovrà tornare in Parlamento per la sua approvazione.” “Dobbiamo mandare tutto al Parlamento – ha detto ancora il premier – in modo da acquisire tutti i suggerimenti e i riscontri necessari per poter poi elaborare il progetto nella sua versione definitiva”.

“Il Recovery – ha aggiunto Conte -, lo ripeto, tornerà ancora in Parlamento perché dovrà essere il progetto nazionale e per poter esserlo non solo deve accogliere le istanze di tutte le autorità territoriali e delle parti sociali ma deve anche essere approvato dall’intero Parlamento”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA