Referendum, il Movimento preme il Grilletto. E dal blog annuncia: “denunceremo Renzi per abuso della credulità popolare”. E il premier diventa Totò

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ultimo attacco arriva direttamente da Beppe Grillo. E, ovviamente, il megafono del Movimento 5 Stelle scrive direttamente dal suo blog. “Denunceremo penalmente Renzi per il reato di abuso della credulità popolare in merito alla falsa scheda elettorale del Senato che, ieri sera, ha mostrato pubblicamente”.

Il leader dei 5 Stelle paragona il premier al protagonista della Banda degli onesti, il film in cui Totò era a capo di una banda di falsari. Il premier da parte sua accusa gli avversari di non parlare di contenuti e promette: “Con vittoria del Sì nuova legge elettorale in tre mesi”. E infatti il riferimento è esplicito: “La banda degli onesti finisce con un falò dove vengono bruciate tutte le banconote false prodotte. La banda dei calamari finirà se tutti insieme il 4 dicembre diremo no”. Il riferimento è esplicito: “i tre compari, interpretati da Totò, Peppino e Giacomo Furia” oggi sarebbero De Luca, Renzi e Verdini che “formano la Banda dei calamari, dalle famose fritture per convincere a votare Sì”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA