Regionali Campania, scontro frontale Saviano-De Luca. Lo scrittore accusa: “Gomorra nelle liste”. Il candidato presidente Dem: “Vada in Procura, la Camorra si combatte così”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Botta e risposta senza precedenti tra lo scrittore Roberto Saviano e il candidato Governatore in Campania Vincenzo De Luca. Tema del contendere proprio le imminenti elezioni Regionali. E la composizione delle liste su cui Saviano è andato all’attacco frontale del candidato presidente del Partito democratico decretato dalle primarie (anche se rischia di cadere qualora venisse eletto per effetto della legge Severino, ndr). “Sono liste di Gomorra”, denuncia Saviano in un’intervista rilasciata all’Huffinghton Post, “indipendentemente se ci sono o meno le volontà dei boss. Quelle di De Luca non sono affatto liste con nomi nuovi e in nessun caso trasformano il modo di fare politica in Campania. Direi che ricalcano le solite vecchie logiche di clientele. Le liste si fanno su chi è in grado di portare pacchetti di voti”. Nel mirino alcuni esponenti finiti nelle liste dell’ex sindaco di Salerno e vicini all’ex coordinatore del Pdl campano, Nicola Cosentino. Secca la replica di De Luca: “È arrivato il momento di far vivere un principio di civiltà: né mezze parole, né frasi generiche, ma nomi, cognomi, fatti e denunce precise alla Procura della Repubblica. La lotta alla camorra si fa innanzitutto così”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA