Regionali, vincono centrosinistra e astensionismo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Vince il centrosinistra ma soprattutto l’astensionismo alle regionali di Emilia-Romagna e Calabria. Sono Bonaccini Oliverio i due nuovi governatori. E in Emilia Romagna il secondo dato significativo è l’ottimo risultato del candidato leghista. Stefano Bonaccini si afferma con il 49,05% dei voti, seguito dal leghista candidato del centrodestra Alan Fabbri che ha avuto il 29,85%. In Calabria Mario Gerardo Oliverio è comunque al 61,53%, contro il 23,61% di Wanda Ferro.

Renzi commenta: “Vittoria netta, bravissimi Bonaccini e Oliverio. Massimo rispetto per chi vuole chiacchierare. Noi nel frattempo cambiamo l’Italia”. Salvini, invece: E’ un “risultato storico” quello della Lega in Emilia Romagna e “se fossi in Renzi mi preoccuperei perché le promesse iniziano ad avere le gambe molto corte”.

Fitto: esito drammatico, azzerare nomine Fi – Un “risultato drammatico” per Fi: ora “il minimo è azzerare tutte le nomine, per dare il via a una fase di vero rinnovamento”. Così Raffaele Fitto, che dice “basta” a nomine e “gruppi autoreferenziali”, ma soprattutto a “una linea politica incomprensibile, ambigua, che oscilla tra l’appiattimento assoluto verso il Governo e gli insulti”.