Regione Lazio, doppie poltrone a Cinque Stelle. L’assessora Lombardi arruola il consigliere grillino di Viterbo

L'assessore pentastellata alla transizione ecologica e trasformazione digitale Roberta Lombardi ha scelto un politico M5S come collaboratore.

Entrata nella giunta regionale del Lazio dando vita a un patto giallorosso e arrivato il momento di scegliere un collaboratore stretto per il suo ufficio, l’assessore pentastellato alla transizione ecologica e trasformazione digitale Roberta Lombardi (nella foto) ha scelto un politico del Movimento. La ex aspirante governatrice ed ex deputata, prima rappresentante M5S in Parlamento nella scorsa legislatura, ha assegnato l’incarico a Massimo Erbetti, ex candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, dove è riuscito solo a ottenere uno scranno da consigliere comunale di opposizione.

SEDUTA DI APERTURA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO

La Lombardi è da tempo una delle fautrici dell’intesa con i dem e nel Lazio, dopo le tante battaglie a 5 Stelle contro le scelte fatte dal Partito democratico e dal presidente Nicola Zingaretti, battendo in particolare sulla svolta green, come già accaduto al momento di dar vita al Governo Draghi e di entrare in maggioranza, ha spinto per l’ingresso del M5S in giunta. Ora come collaboratore ha optato appunto per un politico 5S, un ragioniere e amministratore di una stazione di servizio nel viterbese.

Stessa scelta fatta dalla pentastellata Valentina Corrado, nominata assessore regionale del Lazio al turismo, enti locali, sicurezza urbana, polizia locale e semplificazione amministrativa, che ha assunto nella sua segreteria il capogruppo M5S in Campidoglio, Giuliano Pacetti. Si tratta di incarichi fiduciari da 18 ore settimanali, che termineranno alla fine della legislatura.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram