Regno Unito, Boris Johnson eletto nuovo leader del Partito Conservatore. Le prime parole del futuro premier britannico: “Brexit entro il 31 ottobre, uniremo il Paese e sconfiggeremo Corbyn”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Boris Johnson è il nuovo leader del Partito Conservatore del Regno Unito. Ha ottenuto 92 mila voti sul totale di 160 mila membri dei Tory, contro i 46 mila dello sfidante Jeremy Hunt. Johnson si appresta quindi a succedere alla dimissionaria Theresa May come primo ministro britannico. “Attuare la Brexit, unire il Paese, sconfiggere Jeremy Corbyn”, questi gli obiettivi indicati da Johnson nel suo primo discorso da leader Tory. Johnson ha ribadito di voler portare a termine l’uscita del Regno dall’Ue “il 31 ottobre”, ha parlato della necessità di “ridare energia” al Paese e al partito, di essere positivi, e ha assicurato di non aver paura “della sfida”. “Oggi – ha detto Johnson – il Financial Times scriveva che nessun nuovo primo ministro ha mai affrontato un set così grande di sfide ma io non sono affatto spaventato, possiamo farlo, la gente ha fiducia in noi e noi sappiamo di poter aver successo. Faremo la Brexit entro il 31 ottobre, uniremo il paese e sconfiggeremo Jeremy Corbyn come i nostri elettori ci hanno chiesto di fare”

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA