Per Renzi arriva pure la prima dura contestazione. Manifestanti in piazza all’Aquila per la visita del premier. Scontri con la polizia. E Matteo è costretto a cambiare programma

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La prima vera e dura contestazione per il premier, Matteo Renzi, arriva in una calda giornata d’agosto. In Abruzzo, all’Aquila, la città colpita dal terremoto nel 2009 e dove solo oggi il presidente del Consiglio si è recato per la prima volta da quando è salito a Palazzo Chigi. Una visita che ha colto di sorpresa anche la sicurezza. Nel capoluogo abruzzese sono andati in scena cortei non autorizzati con lanci di sanpietrini e transenne e cariche della polizia. Feriti due manifestanti e una poliziotta. Saltato il primo appuntamento nella nuova sede del Comune proprio a causa degli scontri. Proteste anche dei NoTriv. C’è un po’ di tutto in piazza a protestare, anche i docenti della scuola e persino i tifosi del Teramo perché la loro squadra è stata retrocessa dalla serie B.