Renzi dà i numeri. E’ più forte di lui: “Dopo le Europee c’è o la patrimoniale o l’aumento dell’Iva”. L’unico disastro che non vede è il suo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Mi preoccupa molto che non si rendano conto della gravità della situazione economica dell’Italia, che è al limite per responsabilità di Salvini e Di Maio. Stiamo rischiando grosso”. E’ più forte di lui. Ogni volta che Matteo Renzi è a favore di telecamera proprio non riesce a trattenersi. “Dopo le Europee c’è o la patrimoniale (esclusa categoricamente da Di Maio, ndr) o l’aumento dell’Iva o tutte e due, può darsi che eliminino gli 80 euro (introdotti da lui, ndr) -aggiunge -. Qualsiasi cosa faranno sarà comunque sbagliata o troppo tardi. I dati economici li stanno sottovalutando in modo clamoroso, sembra che non se ne rendano conto”. Nella foga di raccontare i presunti disastri altrui, non vede l’unico disastro sicuro: il suo e dei Governi di Centrosinistra.