Renzi ha giurato. Parte la sfida del nuovo governo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Grazie per i messaggi. Compito tosto e difficile. Ma siamo l’Italia, ce la faremo”. E’ iniziata così, con un tweet, la giornata di Matteo Renzi. “Un impegno: rimanere noi stessi, liberi e semplici”. Poi, alle 11.30 puntuali, con l’ingresso del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e del premier Matteo Renzi, prende il via nel Salone delle Feste del Quirinale il giuramento del nuovo governo. Tutti i ministri, tranne il titolare dell’Economia, Pier Carlo Padoan, hanno preso posto. Di fronte a
loro i familiari, tra i quali la moglie e i figli di Renzi. In sala anche il futuro sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, e la moglie di Napolitano, signora Clio.
Tutto secondo protocollo: Matteo Renzi ha giurato nelle mani del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, accettando cosi’ di essere il ventisettesimo Presidente del Consiglio della Repubblica italiana dal dopoguerra. Un filo di emozione si insinua nella voce di Matteo Renzi quando giura fedelta’ alla Repubblica sulla costituzione italiana. Renzi è il premier più giovane nella storia d’Italia.