Renzi si riscopre Rottamatore. Vuole scalare il Pd per rivoluzionare l’Europa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vincere le primarie è un trampolino di lancio per riconquistare un posto in Europa. Matteo Renzi, nella sua ultima enews, ha chiarito i suoi obiettivi: “Il desiderio di cambiare le politiche in Europa (dalle regole economiche fino all’elezione diretta dei leader, dalla strategia di politica estera fino alle questioni sociali, dall’immigrazione fino alla ricerca) costituisce il cuore della mia campagna per le primarie. Ecco perchè ho deciso di chiudere la campagna a Bruxelles, andandoci come ultima tappa del mio tour Primarie venerdì 28 aprile”. E ancora: ” Io voglio guidare il PD – che con noi è diventata la più grande forza politica europea – a cambiare l’Europa. E dunque l’Italia”.

Un intervento che comunque non si è orientato sull’Europa: l’ex presidente del Consiglio ha elogiato l’azione del Governo, approvando le misure contenute nel Def.  “Non c’è nessun aumento di IVA, né della benzina, né dello zucchero e Non c’è nessun buco di Bilancio, ma un bel tesoretto”, ha scritto ancora nella mail Renzi. Infine, un passaggio sulla vicenda Consip: “Noi chiediamo la verità. E non ci stancheremo di reclamarla, giorno dopo giorno. Chi vuole attaccarci lo faccia in modo pulito, rispettando le regole e le leggi. E se qualcuno pensa di poterci intimidire, sappia che otterrà l’effetto opposto: non ci stancheremo mai di chiedere che sia fatta piena e totale luce su questa vicenda. Non finirà nel dimenticatoio, ve lo garantisco”.