Renzi spolpato da Silvio su TikTok. Continua il Bestiario elettorale

Matteo Renzi capitola davanti al Cav sul Social dei giovani. Mr. Carpisa sbugiardato sui fannulloni in Costiera.

C’è la destra sempre confusa e sconclusionata, ci sono le solite bufale sul reddito di cittadinanza e siamo qui al monto quotidiano bestiario elettorale.

PORTA A PORTA

CRISANTI INFILZA DRAGHI
Chi preferirei come premier tra Letta o Draghi? “Enrico Letta lo preferisco 100 volte a Mario Draghi. A Draghi presidente del Consiglio come voto do un sei, tutti lo vedono come un eroe e un superuomo, siamo un Paese disperato se è così. Trovo difficile che la popolazione con più difficoltà, quella rimasta fuori dall’ascensore sociale, si possa riconoscere in un banchiere e in un gruppo di tecnocrati”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il virologo Andrea Crisanti, candidato col Pd al Senato. L’agenda Draghi ormai è fuori moda.

SALVINI DIFENDE (MALE) L’ABORTO
Salvini: “La 194 non si tocca, il Paese va unito non diviso. Io sono il segretario della Lega e la 194 non si tocca. Vanno incentivate le donne che scelgono di proseguire con la gravidanza e i centri di aiuto alla vita sono un dono di Dio che vanno aiutati ma l’ultima parola spetta sempre alla donna. L’Italia non ha bisogno di divisioni e liti su leggi che ci sono che possono essere aggiornate e migliorate”. Così Matteo Salvini, leader della Lega parlando con i giornalisti fuori dal Senato. Ha provato a difenderla. Non ci è riuscito.

RENZI NON SI TRATTIENE SU SILVIO
A Renzi chiedono un aggettivo per descrivere Berlusconi e il senatore risponde: “Inimitabile. Su TikTok ci ha spolpato, lui ha vinto la partita su TikTok, io conto però di stragi davanti alle elezioni”. Niente, non riesce a trattenere l’entusiasmo.

DRAGHI? SÌ, NO FORSE
Berlusconi dice che Draghi sarà una risorsa che sarà utilizzato. Per il premier Mario Draghi “non ci sono ruoli nel futuro eventuale governo” di centrodestra: lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante una conferenza stampa elettorale a Bari, il giorno dopo il comizio tenutosi nella serata del 19 settembre al parco 2 Giugno. Salvini lo ha affermato rispondendo a una osservazione sul fatto che il presidente del Consiglio sia stato premiato negli Usa come statista dell’anno. “Noi – ha aggiunto – chiediamo il voto per la Lega e per il centrodestra, non vedo ruoli per Draghi o per tecnici per rispetto anche nei confronti di Draghi. Perché se uno vota la Lega vota per la Lega, se uno vota per il centrodestra vota per il centrodestra”.

MELONI INCONTENIBILE
Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia grande favorita a diventare la prima donna a guidare il governo in Italia dopo le elezioni del 25 settembre, auspica che la vittoria di Fratelli d’Italia “possa aprire la strada a qualcosa di simile in Spagna tra pochi mesi”. Lo ha detto in un’intervista all’Efe, rispondendo a una domanda sui rapporti tra Fratelli d’Italia e Vox. Meloni rassicura poi l’Unione Europea: “Non siamo affatto contro l’Europa, ma per un’Europa più efficiente”. VOX parla di “immigrati deportati”, è contro l’aborto, vuole cancellare la legge sulla violenza di genere e non rinnega il franchismo. Alla grande, direi.

BALLE SUL REDDITO DI CITTADINANZA
Gianluigi Cimmino, patron di Yamamay e Carpisa, a La7: “Il problema del Reddito di cittadinanza in costiera è che i napoletani non vogliono spostarsi per andare a lavorare a Salerno”. Gli risponde il sociologo De Masi: “In costiera amalfitana, in provincia di Salerno, dicono che non si trova personale per gli alberghi. Sapete in quanti hanno il Reddito di cittadinanza in costiera amalfitana? In quattro”. Campione.

41-segue

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram