Ricerche senza fine all’hotel Rigopiano. Estratti altri corpi senza vita, il bilancio sale a 24 vittime: i dispersi sono ancora 5

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’hotel Rigopiano sta restituendo solo corpi senza vita. Nella scorsa notte sono stati estratte altre vittime, portando il bilancio a 25 morti, i dispersi sono ancora 5. Le ricerche dei soccorritori stanno andando avanti, nonostante la consapevolezza che difficilmente possano esserci altri superstiti. Tuttavia, Luigi D’Angelo, funzionario del Dipartimento della Protezione Civile al centro di coordinamento dei soccorsi a Penne, aveva specificato: “Non ci fermeremo fino a quando non avremo la certezza che non ci sia più nessuno. Stiamo scavando nel cuore della struttura e dobbiamo continuare a cercare fino alla fine”.

Ma le speranze di individuare persone sopravvissute sono crollate quando i Vigili del fuoco sono entrati in una stanza tra il bar e la cucina, riparato da una parete spessa: era l’unica zona ritenuta, teoricamente, idonea a superare la furia della valanga. “Ma dietro quel muro c’è un ammasso di neve ghiacciata e compatta, tronchi d’albero, fango, detriti della frana e pezzi di cemento. Tutto frullato insieme”, hanno raccontato gli uomini impegnati nelle ricerche, ammettendo: “Mai vista una cosa simile”.

Mentre proseguono le ricerche, l’inchiesta della Procura di Pescara prosegue. I magistrati stanno acquisendo atti e documenti per comprendere l’esatta dinamica della tragedia e individuare le responsabilità. Molto importanti saranno in tal senso le testimonianza di chi è stato estratto vivo dalla macerie.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA