Riciclaggio e frode fiscale a Reggio Calabria. Otto persone arrestate, sequestrati 4 milioni di euro: ai domiciliari anche il presidente del Catanzaro Calcio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Guardia di Finanzia ha portato al termine l’operazione denominata Money Gate, a Palmi, in provincia di Reggio Calabria, con un bilancio di otto persone arrestate e 4 milioni di euro sequestrati. Ai domiciliari è finito pure Giuseppe Cosentino, presidente del Catanzaro Calcio (squadra che milita nella Lega Pro, l’ex serie C). Il club, comunque, non risulta coinvolto nell’inchiesta che ha portato agli arresti.

Nel corso delle indagini è stata scoperta un’organizzazione dedita alla frode fiscale e al riciclaggio dei proventi di questa attività illegale. L’indagine è stata coordinata della Procura della Repubblica di Palmi e portata a termine dagli uomini delle Fiamme Gialle.

Gli inquirenti hanno scoperto il trasferimento fraudolento di valori e appropriazione indebita di ingenti somme di denaro a danno di una società operante nel settore dell’import/export. I resti contestati a vario titolo sono: associazione per delinquere transnazionale finalizzata alla commissione di reati fiscali, appropriazione indebita e riciclaggio.