Riconoscimento dello Stato di Palestina, la Camera approva due mozioni. Ma sono in contraddizione tra loro. Pasticcio a Montecitorio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ok dal Parlamento per impegnare il Governo a favorire il riconoscimento dello Stato della Palestina. L’Aula della Camera ha approvato a larga maggioranza due mozioni: una presentata dal Partito democratico, dal Psi e da Per l’Italia, l’altra da Area popolare e Scelta civica. Sono 237 i sì e 84 contrari per la prima, 300 favorevoli e 45 contrari la seconda. Quest’ultima non prevedeva espressamente il riconoscimento e impegna il governo “a promuovere il raggiungimento di un’intesa politica tra Al-Fatah e Hamas.

A sostenere la prima proposta anche Sel. Contraria Forza Italia. “Il Governo – sostiene Daniele Capezzone – deve evitare di compiere atti e gesti simbolici che possano rappresentare forme di riconoscimento, o portare ad una accelerazione di qualsiasi processo di riconoscimento, di uno Stato palestinese al di fuori del negoziato diretto e di un accordo di pace complessivo tra le parti. E deve soprattutto evitare di compiere qualsiasi atto e gesto simbolico di legittimazione di organizzazioni terroristiche islamiche, Hamas compresa. Tutti ricordino che Israele e’ l’unica democrazia di quell’area”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA