Roba da cani. Dobermann azzanna un furfante in proprietà altrui. E il malvivente chiede pure i danni al padrone. L’ultima ingiustizia nella bassa bergamasca

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un ladro entra in casa altrui e viene azzannato dal cane (un dobermann) del proprietario. E cosa succede poi? Che il ladro chiede anche i danni. Roba italica! I fatti sono accaduti nella bassa bergamasca e la storia è stata raccontata oggi dal quotidiano L’Eco di Bergamo.

L’episodio, raccontato dal giornale locale, è stato reso noto da uno stimato veterinario del luogo con un post su Facebook: “Ieri un mio cliente, proprietario di un dobermann, è stato convocato dalle autorità poichè il ladro magrebino che nella notte precedente ha cercato di entrare in casa ed è stato morso dal suddetto cane ha sporto denuncia e vuole essere rimborsato per il morso subito. Mi raccomando, insegnate ai vostri cani ad accogliere scodinzolando i malfattori in casa, insegnate loro le buone maniere e magari a condividere i biscotti con i ladruncoli, perchè se mordono sono guai seri”. Il veterinario Fabio Pansera, che ha denunciato l’accaduto, ha spiegato che il suo cliente ha intenzione di restare anonomo. Almeno per ora.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA