Robledo non finisce in gondola. Bocciata la richiesta di trasferimento a Venezia per il pm. Il regolamento non lo consente

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dietrofront. Trasferire il pm Alfredo Robledo alla procura di Venezia in attesa che Bruti Liberati maturi la pensione non è possibile. Non ci sono i presupposti normativi, e di questo ha preso atto giovedì la Settima Commissione del Csm, che avrebbe dovuto avviare l’iter necessario. Per avviare il trasferimento è necessario infatti che l’ufficio che avanza la richiesta abbia una “scopertura” superiore alla media nazionale. e non è questo il caso degli uffici lagunari dove si viaggia sotto la media nazionale. Resta quindi sospesa la posizione di Robledo in attesa che possa essere vagliata anche l’ipotesi di spostarlo altrove.