Roma, identificati i due pirati in fuga. In mattinata era stata arrestata una 17 enne per concorso in omicidio. Non c’era lei alla guida

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sarebbe stato fermato uno dei due ragazzi in fuga che erano a bordo della macchina che ieri a travolto una decina di persone a Roma in corrispondenza della fermata Battistini della metro. Proseguono le ricerche dell’ultimo fuggitivo. In mattinata era stata arrestata la 17 enne che era a bordo dell’auto che ieri sera a Roma non si è fermata all’alt della polizia travolgendo poi alcuni passanti e uccidendo una donna di 44 anni. Non c’era lei alla guida ma avrebbe comunque delle responsabilità secondo gli inquirenti che l’accusano di concorso in omicidio volontario. I tre in auto erano rom e per questo da ieri sera è stata rafforzata la vigilanza delle forze dell’ordine nei campi nomadi della Capitale. La decisione è scattata dopo le numerose minacce e sfoghi di stampo razzista di abitanti e anche comparsi sui social network.

L’ACCADUTO
In corrispondenza della fermata metro Battistini una Lancia Lybra a tutta velocità ha falciato senza rallentare un gruppo di persone che aspettava l’autobus. I tre a bordo hanno poi abbandonato l’auto e due di loro sono fuggiti a piedi. Il bilancio parla anche otto feriti: due di nazionalità filippina, un uomo di 38 anni e una donna di 47 ricoverata in codice rosso; 3 donne italiane, una di 33 anni in codice rosso e altre due di 19 e 29 anni; due ragazze francesi di 24 anni, di cui una in codice rosso; ferito anche un ragazzo moldavo di 22 anni.