Roma, fine corsa per la cricca che pilotava i ricorsi tributari. Bastava pagare per evitare le sanzioni del Fisco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una cricca in grado di pilotare ricorsi tributari su cui stamattina la Guardia di Finanza è riuscita a mettere le mani. Perquisizioni e arresti nell’operazione guidata dalla Procura di Roma sul sistema che riusciva a far ottenere facili sgravi fiscali in cambio del pagamento di un compenso. Sarebbero coinvolti anche alcuni giudici tributari. Ma anche avvocati, consulenti e commercialisti.

L’operazione, denominata “Pactum sceleris”, ipotizza nei confronti dei soggetti coinvolti nell’inchiesta le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla concussione e corruzione anche in atti giudiziari. La cricca avrebbe costruito un’organizzazione criminale in grado di garantire ai contribuenti colpiti dagli accertamenti del Fisco di uscire vittoriosi nei ricorsi presentati alle diverse Commissioni tributarie. O, ancora, di ottenere consistenti sgravi di imposte dagli uffici finanziari.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA