Roma senza pace. Dieci arresti per corruzione, in manette funzionari del Comune e imprenditori: nel mirino appalti per scuole e strade

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un’operazione della Guardia di Finanza a Roma ha portato all’arresto di dieci persone per corruzione, con un totale di trenta indagati. Nel mirino delle Fiamme Gialle sono finiti alcuni appalti del Comune su scuola e strade. Le ipotesi di reato, a vario titolo, sono di reati di peculato, corruzione, truffa ai danni dello Staro, abuso d’ufficio, falso ideologico e materiale e frode fiscale.

L’inchiesta, coordinata dalla procura di Roma e denominata Sistema, ha cercato di far luce sull’assegnazione di alcuni lavori nei Municipio I e XIV della Capitale dopo l’esposto presentato dall’allora assessore alla Legalità, Alfonso Sabella. Nel corso dell’operazione sono state portate a termine una serie di perquisizione ed è stato disposto il sequestro beni immobili e disponibilità finanziarie per oltre un milione di euro. Le persone arrestate sono ai domiciliari.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA