Roma strangolata dall’usura. Nell’ultimo anno una crescita del 158%. Il Campidoglio corre ai ripari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dilaga a Roma, ma più in generale in tutto il Lazio, l’usura. Una crescita nell’ultimo anno del 158%. E il Campidoglio è pronto a dichiarare guerra a strozzini e cravattari con l’aumento del numero degli sportelli anti-usura. Dal 1 gennaio 2014 ne aprirà uno in ognuno dei 15 Municipi,  sostenendo i giovani ad avviare progetti di start up di imprese di artigianato o commerciali.

“I dati sull’usura sono preoccupanti e l’aggravarsi della situazione economica del nostro Paese ha determinato, soprattutto negli ultimi anni, una crescita esponenziale dei fenomeni del sovraindebitamento e dell’usura”, ha commentato il sindaco della Capitale Ignazio Marino. E si tratterebbe di un fenomeno che miete ancor più vittime tra i più giovani.

L’impegno del comune si inserisce al fianco di quello delle Regione al fianco delle famiglie. L’ente guidato da Nicola Zingaretti sta lavorando ad una legge sul sovraindebitamento delle famiglie. L’intenzione è di assistere i giovani provenienti da famiglie disagiate che non trovano credito.