Il cinema africano nella Capitale. Continente nero inedito al Romafrica film festival. Si parte con l’anteprima del drammatico Félicité

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Alla scoperta del continente nero attraverso le pellicole cinematografiche. Un viaggio che esplorerà l’Africa del cambiamento, quella pronta alla svolta grazie a delle peculiarità ancora ai più sconosciuti e che sicuramente arricchirà la nostra cultura. Tutto questo sarà la terza edizione di Romafrica Film Festival-Raff che da giovedì a domenica mostrerà il continente africano nella Casa del Cinema di Villa Borghese. Si partirà, giovedì sera, con la proiezione speciale, in anteprima, di  Félicité del regista franco-guineano-senegalese Alain Gomis. Un racconto drammatico di una madre pronta a tutto per il proprio figlio. Sarà una serata di gala a cui parteciperà anche Véro Tshanda Beya, l’attrice protagonista della pellicola che ha conquistato l’Orso d’Argento Gran Premio della Giuria al Festival del Cinema di Berlino 2017, oltre ad aver vinto il Fespaco 2017 in Burkina Faso. Spettacolo non solo nelle sale interne, perché ogni sera l’appuntamento col cinema africano è sotto le stelle di Villa Borghese. Con la passione per il cinema di tante persone legate all’Africa che porterà anche quest’anno a un evento da non perdere per i cultori della materia. Un Festival frizzante che negli ultimi due anni è riuscito ad evidenziare quella sconosciuta effervescenza del panorama cultura africano. La manifestazione è sostenuta anche dalle Ambasciate dei Paesi Africani, del Festival Panafricain du Cinéma et de la Télévision de Ouagadougou-Burkina Faso (Fespaco), del Luxor African Film Festival-Egitto (Laff), con la presenza della Direttrice Azza Elhosseinydel, dell’African Film Festival di New York e la preziosa collaborazione del Franco-Film, (festival di cinema francofono organizzato dall’Institut Français – Centre Saint-Louis di Roma). A patrocinare il Romafrica film festival ci sono anche la Rai  e l’Accademia d’Egitto di Roma; la rassegna, inoltre, aderisce al circuito festival Spazio Indie della Cna.

Il programma – Quasi tutti i corti e i lungometraggi saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano. Il Romafrica film festival prevede complessivamente 12 lungometraggi, corti, e lo spazio G2, dedicato agli africani di “seconda generazione” presenti a Roma. Praticamente 25 ore di cinema con il coinvolgimento di 11 paesi africani. Ci saranno tanti ospiti speciali, registi, attori, attrici, produttori, distributori e rappresentanze diplomatiche africane. Venerdì, invece, sarà la giornata per “Obiettivo Marocco”. Tutto rigorosamente gratis fino a domenica 16 luglio. Per gli appassionati e curiosi di scoprire il continente nero è un’occasione da non perdere.