Saggese travolto dall’inchiesta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

 dalla Redazione

“Enrico Saggese, nel rispetto delle indagini in corso, ribadendo la sua totale estraneità ai fatti contestatigli, nell’interesse dell’autorevolezza internazionale dell’Agenzia spaziale italiana acquisita specialmente nell’ultimo quinquennio, e al fine di meglio difendere la propria integrità, onorabilità e prestigio maturati in più di quaranta anni di attività nel settore spaziale, ha inviato al ministro vigilante una lettera di messa a disposizione il proprio mandato di presidente dell’Agenzia spaziale italiana con effetto immediato”. Travolto dall’inchiesta, Saggese dunque lascia il posto di comando in attesa che la magistratura faccia il proprio lavoro. Intanto però esce il rapporto della Corte dei Conti: “Nel 2012 è migliorato l’esercizio ma l’agenzia deve chiarire le anomalie negli incarichi” relativi all’esecuzione di opere di completamento della nuova sede”.

Pochi minuti prima delle dimissioni, l’ultimo comunicato da presidente: “Ancora un  successo per lo spazio italiano: dalla base di Kourou, in  Guyana Francese, e’ partito Athena Fidus,il satellite  franco-italiano per telecomunicazioni in banda larga a uso  duale. Athena Fidus  è stato sviluppato  dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e dal Centre National  d’Etudes Spatiales (Cnes) nell’ambito di accordi di  collaborazione sottoscritti dalle Agenzie Spaziali e dai  Ministeri della Difesa italiano e francese. ‘Il sistema  Athena Fidus ha caratteristiche di grande innovazione,  consentirà la realizzazione di reti in grado di rispondere –  ha dichiarato Enrico Saggese, presidente dell’Asi – alle crescenti esigenze degli utenti istituzionali e commerciali”.