Salvini contro la legge sulla tortura. “La polizia deve poter fare il suo lavoro. Se un delinquente si fa male ca… suoi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Le forze di polizia devono avere libertà assoluta di azione, se devono prendere per il collo un delinquente e questo si sbuccia il ginocchio o si rompe una gamba sono ca… suoi, ci pensava prima di fare il delinquente”, attacca segretario della Lega, Matteo Salvini, partecipando alla manifestazione del Sap per protestare contro le nuove norme sulla tortura. “E’ ovvioche nessuno è a favore del reato di tortura, come è giusto che chi ha sbagliato alla Diaz paghi, ma la legge sul reato di tortura è sbagliata e pericolosa”, ha aggiunto Salvini, “Per l’errore di qualcuno a Genova non possiamo mettere a rischio il lavoro di tutti”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA