Salvini dice di non aver mai conosciuto i commercialisti della Lega arrestati. Ma Report trova una foto che lo ritrae con loro in un noto locale di Milano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Gente mai vista, né conosciuta”. E’ quanto aveva detto, a luglio, il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando le indagini riguardanti i commercialisti della Lega, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, arrestati, insieme al prestanome Luca Sostegni, nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Milano sull’immobile di Cormano acquistato a prezzo gonfiato dalla Lombardia film commission.

Ma la circostanza è stata smentita da Report, pubblicando una foto che dimostra quanto stretti e confidenziali siano in realtà i rapporti tra il segretario del Carroccio e i professionisti al centro dell’inchiesta sull’immobile di Cormano e sui 49 milioni di euro di rimborsi pubblici incassati dalla Lega e poi scomparsi.

La foto, pubblicata sui social della trasmissione di Rai Tre condotta da Sigfrido Ranucci, è stata scattata nel gennaio 2015 all’interno di una nota discoteca di Milano e mostra (da destra verso sinistra) il commercialista Di Rubba, Salvini, Giulio Centemero (tesoriere della Lega), Manzoni (l’altro commercialista ai domiciliari) e Alessandro Panza, europarlamentare della Lega e responsabile organizzativo del partito.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA