Salvini e Meloni mentono sul Mes. M5S: “Hanno paura del recente passato che stanno disperatamente provando a cancellare a colpi di menzogne?”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“I contenuti del Mes sono stati definitivamente approvati dal Consiglio europeo del 24-25 marzo 2011. A rappresentare l’Italia c’era il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sostenuto da Lega e Pdl. Il disegno di legge di ratifica del Mes e’ stato approvato dal Consiglio dei ministri del 3 agosto 2011, presieduto da Silvio Berlusconi, a capo di un Esecutivo appoggiato da Lega e Pdl”. E’ quanto riporta un post pubblicato oggi sul Blog delle Stelle. “Ma chi c’era, in quel momento, tra i ministri di quel Governo? Facciamo una rapida rassegna: Roberto Calderoli (Lega), allora ministro per la semplificazione e ancora oggi vicepresidente del Senato; Umberto Bossi (Lega), allora ministro per le riforme e ancora oggi senatore; Roberto Maroni (Lega), allora ministro dell’interno e poi ex Governatore della Regione Lombardia; Giorgia Meloni (FdI), allora ministra per la gioventù, ex esponente del Pdl e oggi leader di Fratelli d’Italia; Ignazio La Russa (FdI), allora ministro della difesa, ex esponente del Pdl e ancora oggi senatore di Fratelli d’Italia; Raffaele Fitto (FdI), allora ministro per le Regioni, ex esponente del Pdl e oggi europarlamentare di Fratelli d’Italia”, continua il Blog delle Stelle. “Tutto questo – conclude il Movimento – succedeva nel 2010-2011-2012, quando il MoVimento 5 Stelle non era nemmeno in Parlamento. Perché Salvini, la Meloni e tutti i loro accoliti oggi mentono in modo così spudorato? Paura di questo recente passato che stanno disperatamente provando a cancellare a colpi di menzogne?”.