Salvini Lega Cav e Meloni. Tutti insieme a Bologna. Berlusconi scioglie le riserve: sarà presente col Carroccio al “Blocca Italia”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Paca è fatta. Dopo un tira e molla durato giorni, alla fine Silvio Berlusconi ha ceduto alle pressioni di Matteo Salvini. E domenica sarà sul palco con il leader del Carroccio a Bologna alla manifestazione della Lega contro il governo, la cosiddetta “Blocca Italia”. In nome di una ritrovata “unità del centrodestra”. “Non potevamo restare indifferenti dinanzi alle pressioni dei nostri elettori che in questi giorni hanno insistentemente chiesto una forte dimostrazione di unità del centrodestra – scrive il leader di Forza Italia in una nota – Questa unità si è concretizzata ieri nella riunione dei capigruppo di Forza Italia, Lega nord e Fratelli d’Italia, per il coordinamento della nostra azione parlamentare a partire dalla legge di stabilità, a conferma che i movimenti del centrodestra hanno l’assoluta consapevolezza di poter vincere soltanto se uniti. Sono quindi ben lieto di accettare l’invito del segretario della Lega, Matteo Salvini, a partecipare alla manifestazione di  Bologna”. La decisione dell’ex cavaliere viene accolta con entusiasmo da Salvini: “Sono contento per la presenza di Silvio Berlusconi a Bologna. Un’opposizione compatta potrà liberare gli italiani dalla sinistra delle tasse. È un segnale che a Renzi non piacerà”. E aggiunge: “La prossima settimana parleremo delle candidature per le comunali”. Ma il Cavaliere non sarà l’unico presente. Insieme a Lega e Forza Italia, infatti, anche Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia che lavorerà in vista di una sua candidatura a Roma. E, ancora, Francesco Storace e CasaPound.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA