Salvini ormai a ruota libera. Continua a tacere sul Rubligate ma insulta il premier: “Pronta l’interrogazione sui problemi del passato di Conte”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Salvini senza vergogna. “E’ pronta l’interrogazione (parlamentare, ndr) sui problemi del passato di Conte, sui presunti conflitti di interesse, le omissioni sulla sua carriera”, recita nell’ultimo video-sermone diffuso via Facebook. “Partendo dalle segnalazioni del Pd, le abbiamo semplicemente lette e aggiornate e – ha spiegato il Capitano -. Vediamo se dopo un anno di silenzio Conte si degnerà di rispondere agli italiani. Se qualcuno ha qualcosa da nascondere e chiede protezione in Europa ricordi che le bugie hanno le gambe corte…”. Di cose da nascondere e risposte negate agli italiani, d’altra parte, Salvini se ne intende. Il Parlamento, da cui è scappato nascondendosi proprio dietro Conte, e sessanta milioni di cittadini, compresi i suoi elettori, sono ancora in attesa di sapere cosa ci facesse con lui a Mosca il suo ex portavoce Gianluca Savoini, che dice di non conoscere, ma che all’Hotel Metropol di Mosca, intercettato a sua insaputa, trattava per conto della Lega una “stecca” milionaria su una commessa petrolifera dalla Russia all’Italia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA