Samantha Cristoforetti sarà la prima donna europea al comando della Stazione spaziale internazionale. La missione è in programma il prossimo anno

SAMANTHA CRISTOFORETTI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Samantha Cristoforetti sarà la comandante della Stazione Spaziale Internazionale per la 68esima Spedizione. Lo ha annunciato oggi l’Esa, l’Agenzia spaziale europea, dopo l’accordo raggiunto dai partner internazionali. La missione è in programma nel 2022, e la Cristoforetti andrà in orbita con gli astronauti della NASA Kjell Lindgren e Bob Hines su una navicella SpaceX Crew Dragon. Sarà la prima donna europea al comando di una spedizione della Stazione spaziale.

“Tornare alla Stazione Spaziale Internazionale per rappresentare l’Europa è di per sè un onore – afferma Cristoforetti -. Sono onorata per la mia nomina a comandante, e non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare una squadra molto competente in orbita”.

“La nomina di Samantha al ruolo di comandante della Stazione Spaziale Internazionale è fonte di ispirazione per un’intera generazione che attualmente chiede di entrare a far parte del corpo degli astronauti dell’ESA. Non vedo l’ora di incontrare i candidati finali e colgo l’occasione per incoraggiare ancora una volta le donne a candidarsi”, commenta il direttore generale dell’ESA Josef Aschbacher.

La Cristoforetti sarò la terza donna al comando dell’Iss. Prima di lei solo le statunitensi Peggy A. Whitson (nel 2007 e nel 2017) e Sunita Williams (nel 2012). La sua nomina è arrivata dopo la firma di un accordo di massima siglato lo scorso 19 maggio dai partner internazionali della Iss (ovvero dai rappresentanti di Esa, Nasa, e delle agenzie spaziali di Russia, Giappone e Canada) in attesa di una più completa e dettagliata programmazione delle prossime operazioni.

Per AstroSamantha (qui il suo profilo Twitter) è la sua seconda esperienza in orbita dopo la missione Futura (durata quasi 200 giorni a cavallo tra 2014 e 2015) e sarà il quinto comandante europeo della Iss: prima di lei anche Luca Parmitano, che ha ricoperto il ruolo durante la sua ultima missione Beyond diventando il primo comandante italiano e il terzo europeo.