Sarà una buona scuola? Il provvedimento in Consiglio dei ministri. L’obiettivo restano 180 mila assunzioni. Partita aperta sulle scuole paritarie

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Domani è il giorno della buona scuola di Renzi. Ultimi dettagli prima di portare domani le misure in consiglio dei ministri con un decreto e un disegno di legge delega. Al centro del pacchetto scuola il capitolo delle assunzioni: dovrebbero essere 180 mila secondo quanto affermato dal ministro dell’Istruzione Giannini.

Partito intanto un appello di 44 deputati per sostenere le scuole paritarie. Il documento è stato pubblicato dal quotidiano dei vescovi Avvenire – chiede di sostenere le paritarie. Tra le questioni da inserire nel ventaglio dei provvedimenti sulla scuola c’è infatti anche un’ipotesi di detrazione fiscale delle rette per i genitori che scelgono per i loro figli una scuola non pubblica. Primo firmatario è Gian Luigi Gigli (Per l’Italia-Cd) ma ad aderire sono anche esponenti del Pd, di Area Popolare e di Scelta Civica.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA