Saviano, ZeroZeroZero. Accuse di plagio dagli States per il libro dello scrittore sulla cocaina. Anche a Gomorra furono mosse accuse simili

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Roberto Saviano finisce nel mirino del Daily Beast con l’accusa di plagio. “ZeroZeroZero”, il libro dello scrittore di Casal di Principe incentrato sulla cocaina, ed uscito qualche settimana fa negli States, avrebbe alcuni stralci molto simili alle storie raccontate già in passato da alcuni giornalisti. Un articolo firmato dal giornalista Michael Moynihanne lo definisce “un libro incasinato”, con “una serie di storie in cerca di coerenza narrativa, in cui ad eventi insignificanti viene attribuito un grande significato storico”, sarebbe ricco di “frequenti esempi di ricerche e linguaggi rubacchiati da altri giornalisti”. Poi la sferzata: “Tentando di verificare alcune delle più curiose dichiarazioni di ‘ZeroZeroZero’ ho scoperto una significativa quantità di materiali presi direttamente da altri giornalisti, senza citazione, e spesso usando un linguaggio che può apparire diverso a causa delle reiterate traduzioni dall’inglese, spagnolo e italiano”. Non è così secondo Roberto Saviano che era già finito nel mirino per un presunto palgio rispetto al libro “Gomorra”. Una questione finita in Tribunale con tanto di sentenza della Cassazione che perà la definisce un’opera originale con la presenza di alcuni casi di plagio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA