Scacco alla mafia cinese: 33 arresti tra Italia, Francia e Spagna. Al centro dell’indagine il traffico su strada di merci

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Scacco alla mafia cinese. Un blitz della Polizia, in numerose città italiane, francesi e spaagnole, ha portato a numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere e una serie di provvedimenti nei confronti di soggetti appartenenti, secondo le indagini, ad un’organizzazione mafiosa che agiva in tutta Europa. Finora sono 33 le persone arrestate e portate in carcere.

Al centro dell’indagine, partita da Prato, c’è il traffico su strada di merci di origine cinese e l’egemonia nel campo della logistica, imposta attraverso il metodo mafioso ed alimentata dagli introiti provenienti dalle attività criminali tipiche della mafia cinese.

L’inchiesta è coordinata dalla Dda di Firenze e ha fatto chiarezza sui nuovi ruoli e alleanze che la mafia cinese ha stretto nel vecchio Continente. Impegnate nel blitz le forze di polizia di Prato, Roma, Firenze, Milano, Padova e Pisa, dei reparti prevenzione crimine oltre a quelli dei reparti volo e cinofili. I dettagli dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa in programma alle 11.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA