Schiarita tra Salvini, Conte e Di Maio sul caso Sea Watch. Il ministro dell’Interno: “Sono molto soddisfatto. Nessuna lezione da Malta, per anni ha chiuso gli occhi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Sono molto soddisfatto. Alla fine la spuntano gli italiani perché l’accordo è che qualcuno metterà piede in Italia soltanto se l’Europa si prenderà carico dei 200 migranti che sono da mesi qui e sperano di andare all’estero”. E’ quanto ha detto il vicepremier Matteo Salvini tornando sul caso Sea Watch e sul chiarimento di ieri sera con il premier Giuseppe Conte e il leader del M5S Luigi Di Maio.

“Come Lega – ha aggiunto Salvini – abbiamo chiesto tutta l’attenzione dovuta ai più deboli, quindi ai disabili e alle famiglie numerose. Se nel reddito di cittadinanza ci sarà un aumento di centinaia di migliaia di pensioni di invalidità, avrà il nostro appoggio”.

“Nessuna lezione da Malta – ha detto ancora Salvini -, che per anni ha chiuso gli occhi e ha permesso che barchini e barconi si dirigessero verso l’Italia. La musica è cambiata, in Italia si arriva solo col permesso. Abbiamo già accolto anche troppo, che gli altri si sveglino. #portichiusi!”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA