Sciopero Ryanair 8 giugno 2022: motivazioni e quali tratte si fermano

Sciopero Ryanair 8 giugno 2022: ecco cosa è previsto per mercoledì su diversi voli nazionali ed internazionali.

Sciopero Ryanair 8 giugno 2022: previsti disagi su diversi voli nazionali ed internazionali. Le motivazioni vengono spiegate dalle organizzazioni sindacali.

Sciopero Ryanair 8 giugno 2022: motivazioni e quali tratte si fermano

Sciopero Ryanair 8 giugno 2022: motivazioni

Mercoledì 8 giugno 2022 è in programma lo sciopero nazionale di piloti e assistenti di volo di Ryanair, Malta Air e della società CrewLink. La conferma arriva dai sindacati Filt Cgil e Uiltrasporti. La protesta andrà avanti per 4 ore dalle 10 alle 14 e le motivazioni dello stop riguardano “l’impossibilità di aprire un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante”.

“In assenza di segnali concreti da parte di Ryanair – affermano infine Filt Cgil e Uiltrasporti- quella di mercoledì 8 sarà solo la prima azione di sciopero di una serie che interesserà tutto il periodo estivo”. “Tra le questioni aperte – spiegano le organizzazioni sindacali – il mancato adeguamento ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale, il perdurare di un accordo sul taglio degli stipendi (contingency agreement) non più attuale, le arbitrarie decurtazioni della busta paga, il mancato pagamento delle giornate di malattia, il rifiuto della compagnia di concedere giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva e la mancanza di acqua e pasti per l’equipaggio“.

Quali tratte si fermano

L’8 giugno si fermano inoltre i dipendenti di Ita Airways dalle 13 alle 17 e per 24 ore anche per una fetta del personale operativo negli aeroporti Sea di Milano Linate e Milano Malpensa. Nel calderone ci sono poi previsti gli scioperi che riguardano alcune compagnie aeree (Easyjet dalle 13 alle 17; Volotea, Ryanair e Air Malta dalle 10 alle 14). Dalle 13 alle 17 fermo anche il personale Enav dell’aeroporto di Bologna. Inizialmente lo sciopero Enav doveva durare 24 ore ma poi la società ha informato le sindacali Ugl-Ta e Unica lo hanno ridotto a 12 ore, nella fascia oraria dalle 8 alle 20. Sottolineando che saranno garantite le prestazioni indispensabili secondo normativa vigente.

Nonostante lo stop, verrà assicurato l’arrivo a destinazione di tutti i voli nazionali in corso al momento dell’inizio dello sciopero, così come i voli di Stato, militari, emergenza, sanitari, umanitari e di soccorso, saranno garantiti tutti i voli charter da/per le isole autorizzati o notificati anteriormente alla data di proclamazione dello sciopero.

Leggi anche: Scuola in rivolta contro i Migliori. Lo sciopero ha mille motivi

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram