Scontri Expo, promosso il poliziotto colpito da una molotov. Pansa sceglie l’atto simbolico. Ma la sicurezza in Italia fa acqua da tutte le parti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il capo della Polizia, Alessandro Pansa, l’ha definita una promozione sul campo. Ma è una promozione che sta già facendo discutere quella di Alessia Padovano, l’agente ferito nella manifestazione di Milano negli scontri con i black bloc. “Ho firmato la promozione sul campo di questo agente ferito”, ha spiegato Pansa, “a voler simboleggiare l’operato di tutte le forze dell’ordine”. Padovano è stato colpito in una delle esplosioni dovute a molotov e bombe carte da parte dei black bloc alla Polizia.

LE INDAGINI VANNO AVANTI
L’annuncio del capo della Polizia è arrivato nel corso dell’incontro con il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che si è lasciato andare a un commento piuttosto ironico sulla situazione della sicurezza in Italia: “Come per il calcio, dopo quanto accaduto a Milano, gli italiani sembrano tutti allenatori ma di ordine pubblico. Nell’azione preventiva di sicurezza, quella prima del corteo, avevamo già identificato un’ottantina di persone e poi, durante quanto accaduto, ne abbiamo raccolte altre cento”, ha aggiunto il responsabile del Viminale, “oltre alle immagini, abbiamo acquisito anche dei Dna e si cercherà di attribuire a vario titolo a ognuno eventuali responsabilità”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA