Scrittori di tutto il mondo unitevi. Martedì torna a Roma il Festival delle Letterature. A Massenzio tra memorie, poesia e migranti

di Carlo Cisa
Cultura

Il festival internazionale delle Letterature, un grande classico delle manifestazioni dell’Estate romana, ritorna alla basilica di Massenzio ai Fori. Gli appuntamenti con scrittori di ogni parte del mondo di questa quindicesima edizione iniziano martedì 14 giugno e andranno avanti per un mese esatto, fino al 14 luglio. Incontri tutti gratuiti, la sera alle 21, il martedì e il giovedì, passando prima a ritirare i biglietti ai botteghini in via dei Fori imperiali, con ingresso fino a esaurimento dei posti. La rassegna, curata da Maria Ida Gaeta e organizzata da Zètema, parte martedì prossimo con un incontro dedicato alle “Memorie migranti”, in cui parleranno Claudio Magris e Hakan Gunday, scrittore turco nato a Rodi, e vi saranno letture di Laura Morante. Giovedì 16 tocca ad Andrea Camilleri (nella foto), che festeggerà il suo centesimo libro con Renzo Arbore e Lella Costa. Martedì 21 giugno appuntamento con Edoardo Albinati, Eshkol Nevo e Giancarlo De Cataldo, per una serata intitolata “Altri giorni, altre memorie”. Giovedì 23 giugno sarà l’occasione per guardare in faccia ed ascoltare Wu Ming 2 e Wu Ming 4, due membri dell’omonimo collettivo di scrittura bolognese, che discuteranno con Teju Cole, scrittore, fotografo e storico nigeriano naturalizzato statunitense e Vitaliano Trevisan il tema della “memoria come impegno”. Martedì 28 giugno sarà il turno di un’altra scrittrice di origini siciliane, ma estremamente cosmopolita, come Simonetta Agnello Hornby, accompagnata da Suad Amiry e Andrew Sean Greer.
Giovedì 30 giugno salgono invece sul palco di Massenzio Sandro Veronesi e lo scrittore francese giramondo Ian Manook, per parlare di “Costruzioni di memoria” e ricordare insieme il cantautore genovese Fabrizio De Andrè. Lunedì 4 luglio, invece, appuntamento speciale con la grande scrittrice americana Clara Sanchez, e letture di Iaia Forte, Caterina Bonvicini, Teresa Ciabatti, Valeria Parrella, Simona Vinci e Concita De Gregorio.
Martedì 5 luglio sarà invece di scena William Finnegan, scrittore newyorchese già vincitore di un premio Pulitzer. Con lui sul palco anche i candidati alla terza edizione del Premio Strega Europeo, ovvero Mircea Cartarescu, Annie Ernaux, Kerry Hudson, Ralf Rothmann, Ricardo Menendez Salmon.

VERSI SPARSI – Martedì 12 luglio la serata sarà dedicata a Miguel De Cervantes e William Shakespeare e sul palco salirà un nutrito drappello di poeti italiani composto da Domenico Adriano, Silvia Bre, Franco Buffoni, Nicola Bultrini, Patrizia Cavalli, Francesco Dalessandro, Claudio Damiani, Elio Pecora, Antonio Riccardi e Gabriella Sica. In più, vi sarà l’attore Salvatore Striano che leggerà brani della versione in dialetto napoletano de “La tempesta” di Shakespeare scritta da Eduardo De Filippo. E ancora, Giuseppe Battiston e Vinicio Marchioni che declameranno brani scelti del Don Chisciotte di Cervantes. La rassegna si conclude giovedì 14 luglio con Dorit Rabinyan e un omaggio a Natalia Ginzburg, con testi ispirati alla grande scrittrice letti da Cristina Comencini, Chiara Valerio e Piera degli Esposti.