Scuola, Conte: “Decisione didattica a distanza non facile ma necessaria perché la curva dei contagi diventa molto preoccupante”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Con le nuove regole probabilmente per buona parte passerete e abbraccerete la logica di una didattica a distanza, è stata una decisione non facile, voi siete testimoni di tutti gli sforzi fatti a livello centrale con i sindaci e le autorità locali, le famiglie e gli studenti stessi”. E’ quanto ha detto il premier, Giuseppe Conte, a proposito delle restrizioni introdotto dal nuovo Dpcm. “Oggi dobbiamo abbracciare e integrare anche la didattica a distanza – ha aggiunto il presidente del Consiglio -, diventa necessario perché la curva dei contagi diventa molto preoccupante. Confidiamo di farlo solo per qualche settimana, il tempo necessario per riportare la curva epidemiologica sotto controllo”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA