Seggio a Lotito ai danni di Leu. Per Fratoianni la decisione della Giunta al Senato è uno schifo

dalla Redazione
Politica

La scelta della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari di accogliere il ricorso del presidente della Lazio, Claudio Lotito, assegnando a lui il seggio occupato dal renziano Vincenzo Carbone e bocciando la stessa pretesa avanzata da Peppe De Cristofaro, sottosegretario all’istruzione in quota Leu, ha mandato su tutte le furie il portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni. “Quello che sta accadendo nella Giunta per le elezioni del Senato – ha dichiarato Fratoianni – fa letteralmente schifo. Dopo l’accertamento dell’ufficio elettorale di irregolarità nel voto di oltre 400 sezioni, accertamento che qualche manina oscura avrebbe forse voluto impedire quando ha “erroneamente” distrutto migliaia di schede elettorali, il seggio del senatore Carbone dovrebbe essere assegnato a Peppe De Cristofaro, di Leu. Invece, durante la seduta notturna della Giunta del Senato di martedì scorso, il centrodestra ha votato contro la mozione del loro senatore Malan che aveva assegnato, seguendo la legge, il seggio al nostro compagno De Cristofaro, assegnandolo infine a Lotito, casualmente di Forza Italia”. L’esponente di Sinistra Italiana parla così di “un vero e proprio broglio elettorale, una manovra da prima Repubblica contro i cittadini e le cittadine che hanno democraticamente espresso il loro voto”.