Servono idee chiare, coraggiose e condivise. Conte: “Dobbiamo affrontare una nuova fase. Ci descrivono incapaci di prendere decisioni risolute, ma la realtà dei fatti dice il contrario”

dalla Redazione
Politica

“Ci aspetta un progetto nuovo, dobbiamo affrontare una nuova fase non meno importante di quella attraversata, servono idee chiare, coraggiose e condivise che permettono all’Italia di ripartire, rimuovendo gli ostacoli strutturali”. E’ quanto ha detto il premier, Giuseppe Conte, intervenendo, ieri, al Consiglio confederale della Uil. “In questi giorni – ha detto ancora il presidente del Consiglio – c’è un chiacchiericcio quotidiano, un bla bla bla che ci descrive come un governo attendista, incapace di prendere decisioni risolute, la realtà dei fatti dice il contrario. Questo governo ha assunto decisioni mai prese nella storia. Questo governo si è assunto la responsabilità anche di apparire ed essere definito ingiustamente come illiberale. Fa ridere. Abbiamo preso decisioni ferme e risolute – ha concluso Conte – e siamo pronti a prenderle anche nel futuro, noi siamo quelli dei protocolli di sicurezza, siamo quelli del patto di rilancio più ambizioso, della semplificazione più coraggiosa”.