Sessismo da stadio. Nel mirino il volantino che invitava le donne a non occupare le prime file della curva nord per la gara tra Lazio e Napoli. La Figc apre un’inchiesta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Procura federale della Figc, guidata da Giuseppe Pecoraro, ha aperto un’inchiesta sul volantino diffuso in Curva Nord in occasione di Lazio-Napoli di venerdì scorso. Nel volantino si invitano le donne a non occupare le prime dieci file del settore, considerato dunque da alcuni tifosi biancocelesti un feudo tutto ‘al maschile’. “Dal punto di vista personale la condanna è ovvia e mi vergogno quasi a parlarne”. Così il direttore generale della Federazione Italiana Gioco Calcio, Michele Uva, in conferenza stampa al Meeting di Rimini, intervenuto come relatore al convegno dal titolo “Integrazione. Il fattore calcio”. Uva rimarca come “la giustizia sportiva e quella ordinaria” abbiano il loro percorso. “Quella sportiva – sottolinea – è partita e ci saranno delle conseguenze di natura disciplinare che però non dipendano da me. Ahimè – aggiunge – se ci sono dei giornali che danno spazio a repliche o a pensieri di chi si reso protagonista di questa attività c’è qualcosa che non va a livello generale nella società, non solo nelle curve del calcio”.
(ITALPRESS).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA