Settimana bianca infinita. Dal Lazio di Zingaretti alla Campania di De Luca, i consigli regionali sono ancora in ferie

In Calabria l'ultimo consiglio regionali è del 21 dicembre. Nel Lazio di Zingaretti ci si vedrà il 19 gennaio. Da Nord a Sud le Regioni ancora sono in ferie

Chissà, forse tra qualche tempo tra i classici cinepanettoni di fine anno con Boldi o con De Sica, ci gusteremo anche Natale in consiglio regionale. Sarebbe in effetti il caso che qualcun solleciti i nostri solerti consiglieri d’Italia. Perché, nonostante siano di fatto passate due settimane piene dallo scoccare del nuovo anno, nelle Aule delle assemblee regionali non si sente volare una mosca. E non per un religioso silenzio osservato dai diligenti consiglieri, chini su relazioni, disegni di legge e interrogazioni; ma molto più semplicemente perché in quelle Aule non c’è ancora nessuno. Insomma, le ferie per gran parte dei nostri consiglieri regionali ancora non sono finite.

Settimana bianca infinita. Dal Lazio di Zingaretti alla Campania di De Luca, i consigli regionali sono ancora in ferie

Da Nord a Sud – Cominciamo, allora, questo nostro breve viaggio nel mondo del “voglia di lavorare saltami addosso”. Siamo in Calabria, alla corte di Mario Oliverio. Qui non c’è nemmeno a pagarla oro l’ombra di un convocazione del consiglio regionale (che si è riunito l’ultima volta il 21 dicembre: 25 giorni fa!). Stessa musica anche in Basilicata, dove l’unico sussulto c’è stato il 12, quando a riunirsi è stata la commissione Bilancio. Salendo lungo lo Stivale arriviamo in Campania. Dopo l’ultima seduta d’Aula del 29 dicembre, non si muove una foglia. E non solo in Aula, ma anche nelle commissioni. Per dire: le due commissioni consiliari di Bilancio e Sanità torneranno a riunirsi soltanto il 22 gennaio. Tanto può bastare. Stessa musica anche nel Lazio di Nicola Zingaretti. Prossima seduta d’Aula: giovedì prossimo 19 gennaio. Almeno abbiamo una data, al contrario di quanto accade in Abruzzo, dove l’unica informazione reperibile sul sito istituzionale è che “la data della prossima seduta del Consiglio regionale non è stata ancora stabilita”.

Serracchiani dove sei? – E nel laborioso e operativo Nord, com’è l’andazzo? Basti questo: se è vero che in Lombardia e Liguria i consiglieri già sono tornati tra i loro banchi, nel Friuli di Debora Serracchiani dopo l’ultima assemblea dell’ormai lontanissimo 20 dicembre, ancora non c’è un ordine del giorno. E le commissioni? Stessa musica: da inizio anno si sono riunite solo la V (Istruzione) e la II (Agricoltura) per un totale di tre sedute. E in Piemonte? Stessa brama di lavoro: i consiglieri regionali torneranno ai loro posti di comando soltanto martedì 17 gennaio. Esattamente come accadrà in Molise (anche se qui, a onor del vero, la convocazione era per il 10, poi tutto rimandato causa maltempo) e in Emilia Romagna. Infine, la Toscana di Enrico Rossi: ultima seduta del consiglio regionale il 21 dicembre. “Giusto in tempo” per tornare a casa e festeggiare il nuovo anno. Ora se ne riparlerà il 18 gennaio.

Note positive. O quasi – C’è, però, chi già ha deciso di riunirsi. Così, ad esempio, pure in Sicilia e Sardegna. E così, ancora, in Valle D’Aosta dove già il 11 gennaio si è tornati in Aula. Dopo quanto tempo? Un mese: l’ultima seduta era stata quella del 15 dicembre. Così, per dire.

Tw: @CarmineGazzanni

Pubblicato il - Aggiornato il alle 12:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram