Silvia Romano è libera. L’annuncio di Conte: “Grazie a intelligence. Ti aspettiamo in Italia”

dalla Redazione
Cronaca

Silvia Romano è libera. La cooperante italiana, rapita nel villaggio di Chakama, in Kenya, il 20 novembre 2018, è stata liberata oggi. A dare la notizia è stato il premier Giuseppe Conte con un tweet. “Silvia Romano – ha scritto il presidente del Consiglio – è stata liberata! Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia!”. 

“Volevo darvi una buona notizia. Silvia Romano è libera. Lo Stato non lascia indietro nessuno. Un abbraccio alla sua famiglia. E un grazie alla nostra intelligence, all’Aise in particolare, alla Farnesina e a tutti coloro che ci hanno lavorato” ha scritto, invece, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

“Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l’ora di ritornare in Italia”, queste le prime parole della volontaria liberata la scorsa notte a 30 chilometri da Mogadiscio nel corso di un’operazione condotta da agenti dell’Aise in collaborazione con i Servizi segreti turchi e somali. La cooperante rientrerà domani con un volo della presidenza del Consiglio che atterrerà intorno alle 14 a Ciampino.

“Ho sentito Silvia poco fa – ha detto al Tg1 Di Maio -, le ho detto che siamo tutti contenti che possa tornare in Italia un anno e mezzo dopo il suo rapimento. Ho sentito anche il padre. Con lui e con la famiglia siamo stati in contatto per tutto questo periodo. Sapere che finalmente può tornare in Italia ci rende orgogliosi come governo. Siamo contenti di poter servire il Paese in questo modo. Silvia in questo momento si trova nella nostra ambasciata a Mogadiscio con il nostro ambasciatore Roberto Vecchi e nelle prossime ore prenderà un aereo. Sarà domani a Ciampino con un volo speciale”.