Sindacalista viaggia a spese nostre. Il caso in Parlamento

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il caso della dirigente sindacale della polizia penitenziaria, che ha ottenuto permessi sindacali e poi, anziché essere impegnata in quei 35 giorni in attività a tutela dei lavoratori, è andata in vacanza in Australia, sollevato su queste colonne (La Notizia 4 febbraio 2014), è diventato oggetto di un’interrogazione parlamentare. Alessio Mattia Villarosa, insieme ad altri nove deputati pentastellati, si è rivolto al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro della giustizia e a quello della pubblica amministrazione, chiedendo di porre un freno ai “privilegi dei sindacati” e attivarsi sull’accaduto, “anche alla luce del danno economico patito dallo Stato”. Una vicenda su cui è intervenuto anche il segretario generale del Sippe, ricordando che non è consentito l’utilizzo dei permessi a fini personali.