Siria, almeno otto morti nella domenica di sangue. Attentatore si fa saltare in aria dopo essere stato circondato dalle forze di sicurezza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Domenica di sangue in Siria. Questa mattina a Damasco un’autobomba ha ucciso almeno otto persone. La televisione di Stato siriana parla anche di altri 12 feriti. Uno dei morti è l’attentatore che si è fatto saltare in aria. Il bilancio sarebbe ancora più grave secondo Osservatorio siriano per i diritti umani che parla di 18 morti.

L’esplosione nella piazza centrale Tahreer dove l’attentatore si è fatto esplodere appena circondato dalle forze di sicurezza. Le vittime, infatti, oltre al kamikaze sarebbero tutti e sette agenti.

Bloccati dalla polizia, invece, altri due attentatori. Gli agenti hanno fatto esplodere le loro autobombe evitando così che il bilancio fosse peggiore. I terroristi, secondo le informazioni che arrivano dalla Siria, puntavano a colpire le zone più frequentate di Damasco nel primo giorno di ritorno alle attività dopo la festività del Eid al-Fitr.