Sistema Sesto, confesa la segretaria. Dava i soldi a Penati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Preparavo io le buste per i politici, secondo le indicazioni di Di Caterina’’. ‘’In circa tredici anni’’ a Filippo Penati ‘’sono stati dati almeno tre milioni di euro’’. A parlare dal banco dei testimoni della nuova udienza del processo per il cosiddetto ‘Sistema Sesto’, davanti al Tribunale di Monza, è Maria Giulia Limonta, collaboratrice dall’imprenditore Piero Di Caterina, grande accusatore dell’ex presidente della Provincia di Milano e con lui imputato nel procedimento penale che li vede accusati a vario titolo per corruzione, concussione e finanziamento illecito. ‘’Facevo quello che mi diceva Di Caterina – dichiara in aula Limonta – preparavo le buste su cui venivano indicati nomi di battesimo. Le ho preparate per Penati, per il sindaco di Segrate Alessandrini, per il geometra Sostaro’’.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA