Sondaggi, il caos capitolino non scalfisce il Movimento 5 Stelle, che resta il primo partito in Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il caos giunta a Roma pare non aver scalfito il Movimento 5 Stelle, che resta il primo partito in Italia. Nelle intenzioni di voto degli italiani resta ancora davanti a tutti, nonostante tutto. E in caso di ballottaggio, batterebbe il Partito Democratico.

Secondo i sondaggi di Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera, il Movimento 5 Stelle rimane saldo al primo posto con il 30,3% dei consensi, davanti al Pd al 29,3%. Dietro, continuano a sgomitare le tre anime del centrodestra: Forza Italia guida con il 12,3%, davanti a Lega (12,1%) e Fratelli d’Italia (5,1%).

Il caos giunta a Roma e il caso Pizzarotti sembrano quindi non aver scalfito la credibilità di cui il Movimento gode presso i propri elettori: attutito il calo dei consensi registrato nelle ultime settimane, spiega Pagnoncelli, i grillini pagano al più una “flessione di immagine” presso i non elettori: “I delusi sono una minoranza e sono propensi ad astenersi. Al contrario, la maggioranza prende le difese del Movimento e dei propri leader”.

FRONTE GOVERNO – E il governo come sta? Ad apprezzare il suo operato è un terzo degli italiani (34%), contro il 60% che ne dà un giudizio negativo. Nel complesso l’indice di gradimento resta stabile a quota 36, come a inizio luglio. Così il 32% degli intervistati esprime apprezzamento sul premier Renzi, con un indice di gradimento pari a 34: un punto in meno rispetto al trimestre precedente.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA