Sondaggi politici oggi 16 marzo: Renzi sprofonda, cresce il Pd

MATTEO RENZI sondaggi politici oggi 16 marzo 2021
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I sondaggi politici di oggi 16 marzo registrano una perdita di voti da parte di Italia Viva, la formazione di Matteo Renzi, mentre il Partito Democratico torna a crescere con l’annuncio di Enrico Letta segretario, così come la Lega e Fratelli d’Italia. Il MoVimento 5 Stelle registra una lieve flessione (-0,2%), la prima da quando Conte è il leader.

Sondaggi politici oggi 16 marzo: Renzi sprofonda, cresce il Pd

Nel dettaglio, secondo la rilevazione di Swg illustrata da Enrico Mentana durante il Tg di La7 la Lega, che è il primo partito nelle preferenze del campione, aumenta il suo bottino in una settimana dello 0,7% arrivando al 24,2 dal 23,5% della settimana scorsa, mentre il Pd guadagna lo 0,8% arrivando al 17,4%. Il M5sperde lo 0,2% ed è al 17% ed è testa a testa con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che invece è in crescita di uno 0,2%. Forza Italia perde voti rispetto alla precedente rilevazione ed è al 6,5%, così come Azione di Carlo Calenda che è al 3,2%. Swg ha misurato anche l’apprezzamento nei confronti di Enrico Letta segretario del Pd: il 75% del campione ritiene adeguato a guidare i Dem l’ex presidente del Consiglio (per il 45% è “molto adeguato”) mentre a non apprezzarlo è un quarto del campione (il 25%).

Sondaggi politici: Più Europa perde voti

Per quanto riguarda i “piccoli”, Sinistra Italiana perde lo 0,2% ed è al 2,8% mentre Articolo 1 – MDP, che ormai è staccato dal partito di Nicola Fratoianni e i suoi esponenti pronosticano un ritorno tra le fila del Pd, guadagna lo 0,3% e arriva al 2,4%. Poi c’è il risultato di Italia Viva: il partito di Renzi è ancora in calo ma stavolta perde lo 0,3% rispetto alla scorsa settimana, ed è molto per un partito che totalizza soltanto il 2,2%. Si tratta di un calo del 13,64%. Più Europa perde lo 0,3% ed è al 2% mentre nel partito volano gli stracci tra Emma Bonino, Benedetto Della Vedova e la minoranza interna mentre all’1,9% ci sono i Verdi. a non esprimersi è oggi il 37% degli italiani.

sondaggi politici oggi 16 marzo (2)

Leggi anche: Sondaggi politici: Conte il leader più amato dopo Draghi

Sondaggi politici: M5s secondo partito per Swg

Il sondaggio settimanale realizzato da Radar Swg che risale al 9 marzo scorso diceva invece che la Lega era il primo partito preferito dal campione con il 23,5% dei consensi, mentre il MoVimento Cinque Stelle era secondo con il 17,2%, e al terzo posto c’era Fratelli d’Italia con il 16,8% mentre il Pd era al 16, 6%. Sempre secondo l’istituto demoscopico Forza Italia era al 7 % dei consensi, Azione al 3,7,% Sinistra Italiana al 3% ; Italia Viva era al 2,5% , Più Europa al 2,3% ed infine i Verdi al 2,1%. I sondaggi politici pubblicati domenica da Demos & Pi e illustrati da Ilvo Diamanti su Repubblica raccontavano invece che il Partito Democratico perdeva tre punti percentuali e mezzo in un mese e si attestava al 17,2%, ovvero sotto la sconfitta elettorale del 2018.

Il MoVimento 5 Stelle ne guadagnava altrettanti e superava il Pd arrivando quasi al 19%, mentre il primo partito rimaneva la Lega al 22,3%. In questa rilevazione Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni era ancora sotto il Pd. Forza Italia arrivava all’8% mentre Liberi e Uguali e La Sinistra erano al 4,5% rubando voti al Pd.

Sondaggi politici: il gradimento dei leader

I sondaggi politici sul gradimento dei leader invece dicono che Mario Draghi è apprezzato da quasi il 70% del campione, ma è significativo che Giuseppe Conte, il suo predecessore a Palazzo Chigi, sia al 66%, ovvero vicinissimo al nuovo premier. Una conferma ulteriore del suo attuale sostegno e della sua popolarità. Il leader meno apprezzato è invece colui che ha voluto le dimissioni di Conte, ovvero Matteo Renzi che è in fondo alla classifica dei consensi personali e il suo partito Italia Viva è al 2,7.

Dopo Conte e Draghi, i leader più amati, arriva Roberto Speranza con il 49% seguito da Paolo Gentiloni con il 46% ma subito c’è la leader dell’attuale unico partito di opposizione, ovvero Giorgia Meloni. Nicola Zingaretti dopo le dimissioni da segretario del Pd sale di sette punti percentuali nel gradimento del campione e arriva al 45%. Subito dopo arrivano Dario Franceschini e Matteo Salvini.  La rilevazione di Demos & Pi è stata condotta nei giorni 8 – 11 marzo 2021 da Demetra con metodo mixed mode (Cati – Cami – Cawi). Il campione nazionale intervistato (N=1.522, rifiuti/  sostituzioni: 9.086) è rappresentativo per i caratteri socio- demografici e la distribuzione territoriale della popolazione di età superiore ai 18 anni (margine di errore 2.5%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA