Sondaggi politici oggi 16 marzo: Renzi sprofonda, cresce il Pd

MATTEO RENZI sondaggi politici oggi 16 marzo 2021
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I sondaggi politici di oggi 16 marzo registrano una perdita di voti da parte di Italia Viva, la formazione di Matteo Renzi, mentre il Partito Democratico torna a crescere con l’annuncio di Enrico Letta segretario, così come la Lega e Fratelli d’Italia. Il MoVimento 5 Stelle registra una lieve flessione (-0,2%), la prima da quando Conte è il leader.

Sondaggi politici oggi 16 marzo: Renzi sprofonda, cresce il Pd

Nel dettaglio, secondo la rilevazione di Swg illustrata da Enrico Mentana durante il Tg di La7 la Lega, che è il primo partito nelle preferenze del campione, aumenta il suo bottino in una settimana dello 0,7% arrivando al 24,2 dal 23,5% della settimana scorsa, mentre il Pd guadagna lo 0,8% arrivando al 17,4%. Il M5sperde lo 0,2% ed è al 17% ed è testa a testa con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che invece è in crescita di uno 0,2%. Forza Italia perde voti rispetto alla precedente rilevazione ed è al 6,5%, così come Azione di Carlo Calenda che è al 3,2%. Swg ha misurato anche l’apprezzamento nei confronti di Enrico Letta segretario del Pd: il 75% del campione ritiene adeguato a guidare i Dem l’ex presidente del Consiglio (per il 45% è “molto adeguato”) mentre a non apprezzarlo è un quarto del campione (il 25%).

Sondaggi politici: Più Europa perde voti

Per quanto riguarda i “piccoli”, Sinistra Italiana perde lo 0,2% ed è al 2,8% mentre Articolo 1 – MDP, che ormai è staccato dal partito di Nicola Fratoianni e i suoi esponenti pronosticano un ritorno tra le fila del Pd, guadagna lo 0,3% e arriva al 2,4%. Poi c’è il risultato di Italia Viva: il partito di Renzi è ancora in calo ma stavolta perde lo 0,3% rispetto alla scorsa settimana, ed è molto per un partito che totalizza soltanto il 2,2%. Si tratta di un calo del 13,64%. Più Europa perde lo 0,3% ed è al 2% mentre nel partito volano gli stracci tra Emma Bonino, Benedetto Della Vedova e la minoranza interna mentre all’1,9% ci sono i Verdi. a non esprimersi è oggi il 37% degli italiani.

sondaggi politici oggi 16 marzo (2)

Leggi anche: Sondaggi politici: Conte il leader più amato dopo Draghi

Sondaggi politici: M5s secondo partito per Swg

Il sondaggio settimanale realizzato da Radar Swg che risale al 9 marzo scorso diceva invece che la Lega era il primo partito preferito dal campione con il 23,5% dei consensi, mentre il MoVimento Cinque Stelle era secondo con il 17,2%, e al terzo posto c’era Fratelli d’Italia con il 16,8% mentre il Pd era al 16, 6%. Sempre secondo l’istituto demoscopico Forza Italia era al 7 % dei consensi, Azione al 3,7,% Sinistra Italiana al 3% ; Italia Viva era al 2,5% , Più Europa al 2,3% ed infine i Verdi al 2,1%. I sondaggi politici pubblicati domenica da Demos & Pi e illustrati da Ilvo Diamanti su Repubblica raccontavano invece che il Partito Democratico perdeva tre punti percentuali e mezzo in un mese e si attestava al 17,2%, ovvero sotto la sconfitta elettorale del 2018.

Il MoVimento 5 Stelle ne guadagnava altrettanti e superava il Pd arrivando quasi al 19%, mentre il primo partito rimaneva la Lega al 22,3%. In questa rilevazione Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni era ancora sotto il Pd. Forza Italia arrivava all’8% mentre Liberi e Uguali e La Sinistra erano al 4,5% rubando voti al Pd.

Sondaggi politici: il gradimento dei leader

I sondaggi politici sul gradimento dei leader invece dicono che Mario Draghi è apprezzato da quasi il 70% del campione, ma è significativo che Giuseppe Conte, il suo predecessore a Palazzo Chigi, sia al 66%, ovvero vicinissimo al nuovo premier. Una conferma ulteriore del suo attuale sostegno e della sua popolarità. Il leader meno apprezzato è invece colui che ha voluto le dimissioni di Conte, ovvero Matteo Renzi che è in fondo alla classifica dei consensi personali e il suo partito Italia Viva è al 2,7.

Dopo Conte e Draghi, i leader più amati, arriva Roberto Speranza con il 49% seguito da Paolo Gentiloni con il 46% ma subito c’è la leader dell’attuale unico partito di opposizione, ovvero Giorgia Meloni. Nicola Zingaretti dopo le dimissioni da segretario del Pd sale di sette punti percentuali nel gradimento del campione e arriva al 45%. Subito dopo arrivano Dario Franceschini e Matteo Salvini.  La rilevazione di Demos & Pi è stata condotta nei giorni 8 – 11 marzo 2021 da Demetra con metodo mixed mode (Cati – Cami – Cawi). Il campione nazionale intervistato (N=1.522, rifiuti/  sostituzioni: 9.086) è rappresentativo per i caratteri socio- demografici e la distribuzione territoriale della popolazione di età superiore ai 18 anni (margine di errore 2.5%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA