Sparatoria a Los Angeles, evacuato aeroporto. Morti killer e agente

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un agente è stato ucciso nella sparatoria al terminal 3 dell’aeroporto di Los Angeles. Sarebbero almeno altri due i feriti. E’ morto anche l’uomo che ha sparato, che era un agente fuori servizio della polizia aeroportuale. Armato con un potente fucile avrebbe sparato prima di essere fermato dalle forze dell’ordine. L’aeroporto è stato evacuato.

Altri viaggiatori hanno descritto scene di caos dentro l’aeroporto. Lo staff della sicurezza dello scalo ha evacuato i terminal e ha portato le persone fuori, sulla pista. Centinaia di persone sono rimaste radunate fuori, vicino agli aerei, mentre le autorità indagavano sull’accaduto. “Le persone hanno cominciato a dire c’è un uomo armato, c’è un uomo armato” ha raccontato la testimone Natalie Morin. Nel terminal 3 si trovano Virgin America e altre compagnie aeree.

Il presidente Barack Obama, ha fatto sapere la Casa Bianca, viene tenuto informato sulla sparatoria. La Casa Bianca ha reso noto che il dipartimento di polizia di Los Angeles sta conducendo la risposta e le indagini. Funzionari dell’amministrazione sono in contatto con partner federali e locali. La Casa Bianca ha invitato le persone ad ascoltare le autorità e seguire le direttive impartite dai primi soccorritori. Il portavoce dei vigili del fuoco di Los Angeles Brian Humphrey ha definito la sparatoria un incidente “multi-patient”.