La spedizione dei mille in difesa dei vitalizi. Piovono ricorsi contro il taglio dell’odiato privilegio. E un ex senatore della Lega denuncia Di Maio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Potrebbero essere otre mille gli ex deputati che hanno presentato un ricorso contro la delibera dell’ufficio di presidenza della Camera che ha tagliato i vitalizi. I numeri ufficiali saranno resi noti domani dal presidente dell’Associazione ex parlamentari, Antonello Falomi, nel corso di una conferenza stampa. Il termine per la presentazione dei ricorsi, che saranno valutati dal Consiglio di Giurisdizione della Camera a partire dal 7 novembre, scade oggi.

Intanto un ex senatore della Lega, Marco Preioni, già presidente della Giunta per le autorizzazioni di Palazzo Madama per due legislature, ha denunciato ai Carabinieri il vicepremier Luigi Di Maio. Preioni nell’esposto ricorda le “pesanti affermazioni da parte di Di Maio” in particolare “con inequivocabili incitamenti a denigrare e intimidire gli ex deputati intenzionati a proporre ricorsi” contro il taglio dei vitalizi e “indebite pressioni e minacce per chi si opponesse al loro disegno di’flagellazione’ tanto degli ex deputati quanto degli ex senatori”.

Nella denuncia l’ex senatore del Carroccio riporta anche un episodio, che risale al 27 giugno scorso, quando Di Maio consigliò agli ex parlamentari di non presentare ricorsi contro il taglio dei vitalizi perché ciò “farà bene alla loro salute”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA